Castello Tolcinasco Golf Club

mission

About Us

MISSION

Tra gli elementi che più di altri possono determinare il successo di un club di golf due sono quelli che appaiono centrali: da un lato il campo, non solo dal punto di vista del disegno e delle caratteristiche tecniche, ma anche della qualità della manutenzione; dall’altro, la base (e la soddisfazione) dei soci, intesi quali giocatori ma anche quali fruitori di quelle strutture che li accompagnano nel trascorrere una giornata al club, magari anche senza ferri e legni.

Negli ultimi anni il Golf Club Castello Tolcinasco ha agito su più di una direttrice per proporsi non solo quale circolo capace di attrarre l’interesse di possibili nuovi soci e clienti ma anche, e forse soprattutto, con l’obiettivo di dare sempre più valore a chi la scelta di esserne socio l’aveva già fatta.

E in questa direzione, dopo aver messo mano agli spazi interni e adiacenti la club house, rendendoli più accoglienti e funzionali (compresi servizi quali palestra, l’ area dehors con la splendida piscina), si è deciso di intervenire sull’asset principale, il campo.

L’investimento è stato completato con il rifacimento del Percorso Rosso, con l’adozione della Bermudagrass.

Una scelta che, dopo aver toccato le 18 buche “classiche”, il Percorso Giallo-Blu (quello, per intenderci, che ha visto il trionfo di Francesco Molinari nel fantastico Open d’Italia del 2006), si rivolge alle altrettanto tecniche e belle 9 buche rosse, con l’intento di proseguire in una scelta che abbina motivazioni ecologiche ed economiche.

    La Bermudagrass, infatti, ha già confermato in pieno le aspettative nelle due stagioni in cui è stata adottata al Castello Tolcinasco. Innanzitutto, in una stagione caratterizzata da clima torrido e temperature oltre ogni previsione ha mantenuto il manto erboso del Castello Tolcinasco in ottima condizione, consentendo il gioco su un fairway eccellente anche nei momenti in cui molti altri circoli soffrivano grandissime difficoltà.

    Poi, ha consentito di ridurre in modo più che drastico l’utilizzo di fitofarmaci e la richiesta di risorse idriche per la manutenzione (ca. un quarto di quanto necessario con manti erbosi tradizionali), abbinando così l’esigenza crescente di ecosostenibilità a quella di una attenzione al conto economico che anche per un golf club è il presupposto di una gestione sana.

    Una scelta, quella di convertirsi alla Bermudagrass, che più tempestiva e strategica non poteva essere!

    Ma se il campo è l’asset centrale di un golf club, altrettanto fondamentali sono i golfisti. E al Castello Tolcinasco l’attenzione alla parte sportiva si rivolge anche ad un ambito particolarmente importante: i giovani.

    A questa speciale categoria di giocatori è dedicato il Club dei Giovani, una combinazione di programmi sportivi, di avviamento al golf e/o di perfezionamento, in cui trova spazio anche la componente “preparazione fisica”. Il tutto curato e modulato sulle caratteristiche, le attitudini e le aspettative dei giovani golfisti e dei loro genitori. Ed i risultati e l’apprezzamento non si sono fatti attendere, con una forte e crescente partecipazione di bambini e ragazzi di tutte le età.

    La chiave è certamente nelle idee e nelle iniziative, chiare e aggiornate, di chi coordina e organizza le attività e le gestisce tecnicamente.